Progetti educativi 2014-2015

ALLA RICERCA DELLA RICCHEZZA PERDUTA. USI E COSTUMI

Anche quest’anno, in collaborazione con l’associazione “Aiuti senza confini” ed altre 5 scuole del territorio, proponiamo ai bambini questo progetto. L’anno scorso abbiamo scoperto alcuni cibi della nostra tradizione e di altri Paesi del mondo, mentre ora stiamo mettendo a confronto usi e costumi della nostra epoca con quelle di un tempo o di altre culture. Stiamo, così, scoprendo che il telefono non ha sempre avuto la forma del cellulare, che il riso non si mangia ovunque con le forchette, che per bere il the i riti sono molto diversi dalla nostra veloce bustina e molto altro ancora… Fra poco sarà pubblicato il primo libricino di filastrocche, non tutte in italiano ma tutte inventate da insegnati bambini e genitori ! A fine anno scolastico le famiglie avranno in dono un secondo libricino, che raccoglierà le esperienze fatte dai bambini nelle diverse scuole che collaborano al progetto: crescere in rete è più arricchente !

 

Mamma Sabrina sta proponendo ai bambini delle tre sezioni dei laboratori: a piccoli e medi la matrioske, ai grandi “Pinocchio di Collodi”.

 

 

IL MONDO IN UN PUNTINO

…ma come fa il Mondo a stare tutto in un Puntino ? Il Puntino è troppo piccolino!!! E allora, di cosa si tratta? In realtà (o meglio in fantasia), si seguiranno, e un po’ s’inventeranno, le avventure di un personaggio microscopico, Puntino appunto, che vive in un mondo tutto buio e triste, ma un giorno, per fortuna, riesce a catapultarsi nella Terra incontrando i bimbi della scuola di Varmo (e non solo…abbiamo scoperto che altre 5 scuole lo hanno visto!!!) che lo aiuteranno a trovare la felicità. La sua gioia si scoprirà nascosta in un museo pieno di opere d’arte che, animandosi come per magia, gli riveleranno colori, forme ed emozioni con cui, forse, metterà su famiglia costruendosi una casa….chissà….intanto aguzzate la vista!!!!

 

 

IL CIRCO LO FACCIAMO NOI

Ecco alcuni momenti del laboratorio circo. Con MArianna siamo diventati giocolieri (usando le palline), acrobati (facendo strane acrobazie), abbiamo imparato a fare i mimi (il teatro senza usare le parole…), abbiamo anche usato i trampoli …Vedremo in cosa ci trasformeremo nei prossimi incontri!

 

 

PROGETTO DI FRIULANO  

Nel progetto “Lusruts e cerots” ci si impegnerà a capire come non avere bisogno di luci di emergenza e cerotti!
Con l’aiuto di uno spericolato Babbo Natale e della famiglia di topolini che lo soccorreranno, rivelandosi più maldestri di lui, si affronteranno diverse situazioni di pericolo e si rifletterà sui comportamenti più sicuri da adottare per non farsi male.
Scottature, scosse, cadute da alberi di Natale e scale, scivoloni sui tappeti, botte, graffi…riusciranno a diventare un lontano ricordo? Forse no, continueremo a cadere, a graffiarci e ad andare a sbattere, perché crescere comporta anche questo, ma speriamo che una coccola e un cerotto ci aiuteranno a guarire, perché avremo imparato a stare più attenti a casa, a scuola, in giardino e in strada.

 

 

PROGETTO DI RELIGIONE

Il progetto di religione tende a favorire lo sviluppo della personalità del bambino nella dimensione religiosa.
Gli obiettivi principali sono:
–          osservare il mondo come dono di Dio,
–          scoprire la persona di Gesù,
–          individuare i luoghi di culto e le espressioni del comandamento fondamentale dell’Amore.
Il progetto si svolge durante tutto l’anno scolastico e si differenzia a seconda dell’età dei bambini, toccando diversi argomenti: le regole di convivenza, i luoghi di culto, le modalità di preghiera, la vita di alcuni Santi, qualche parabola, la vita di Gesù e la sua famiglia.

 

 

LABORATORIO DI INTERCULTURA

Il progetto di educazione interculturale mira a conoscere gli altri Paesi e a sviluppare una personalità curiosa ed aperta verso le differenze, considerandole una ricchezza e non un ostacolo.
Le attività prenderanno spunto dall’esperienza scolastica, che mette i bambini in contatto con persone uguali e diverse da loro, con cui devono imparare a relazionarsi.
Per i piccoli il progetto verterà proprio sul movimento dell’accoglienza e la scoperta del nuovo ambiente, con le sue regole di convivenza.
Per i medi, grazie alla guida di una simpatica rana, si “partirà” alla scoperta di alcuni Paesi del mondo, con le loro caratteristiche.
Per i grandi si ragionerà su come si può vivere pacificamente con gli altri, cosa ci accomuna e cosa ci differenzia, cosa ci piace ed incuriosisce, per essere pronti a ragionare ed accogliere tutti.

 

 

LABORATORIO SCIENTIFICO

Il Progetto Scientifico dell’anno scolastico  2014/2015 ha come tema la scoperta dei 5 sensi. I bambini manifestano e sviluppano dei comportamenti finalizzati all’esplorazione della realtà che li circonda e il progetto sfrutta questa curiosità spontanea per arricchire le loro conoscenze e stimolarli all’osservazione di ciò che li circonda attraverso la vista, il gusto, l’olfatto, il tatto, e l’udito.
Il progetto sarà proposto sotto forma di gioco, le attività impegneranno attivamente i bambini permettendo loro di imparare ed assimilare concetti attraverso l’esperienza diretta: osservo, sperimento, confronto, verifico e deduco.

 

 

PRATICA PSICOMOTORIA

Gli incontri di pratica psicomotoria, attraverso il suo tempo ed il suo spazio, sono ambiti privilegiati per il bambino, che attraverso questo dispositivo ha la possibilità di esprimersi, di comunicare e di operare secondo il suo canale privilegiato, quello del movimento.
Il gioco spontaneo permette al bambino di essere protagonista della sua crescita, di esprimersi, di raccontarsi e di rassicurarsi.
E’ un percorso che porta il bambino dal gioco spontaneo a una motricità controllata.

 

 

PROGETTO DI MUSICA

Il progetto è diversificato per le 3 sezioni, perché 3 sono i livelli di attenzione, apprendimento e interesse. Il progetto si sviluppa in maniera specifica durante l’incontro settimanale con i bambini, ma li accompagna  tutta la giornata scolastica.
Nello specifico i più piccoli conosceranno alcuni strumenti musicali, canteranno e balleranno creando semplici scenografie; i più grandi cominceranno a sperimentare alcuni strumenti musicali e proveranno a suonare a partire da un semplice spartito musicale a misura di bambino.